Get Adobe Flash player

La ricetta del Burrocacao fatto in casa

Intanto mi scuso per la foto non ottimale… al momento dispongo solo di questa (con tubetto della “Labello” tra l’altro :-P). E ora torniamo all’articolo: finalmente pubblico la ricetta del mio burrocacao (cambiata nel corso dei mesi). Cos’ha di speciale? Intanto che la formulazione segue i consigli della mitica Lola (de L’angolo di Lola, il sito di riferimento delle spignattatrici) e, in secondo luogo, che non contiene paraffina e altre sostanze quanto meno scadenti (per non dire altro).

L’ho provato e lascia le labbra morbide per tutta la giornata (sicuramente andrà riapplicato se uscite col freddo e altre condizioni atmosferiche avverse). Il Tocoferolo (vitamina E) e il Miele fanno il più del lavoro di nutrimento e idratazione… ma anche gli altri ingredienti sono tutti utilissimi a proteggere e nutrire.

Ecco la ricetta:

  • 1,5g cera d’api
  • 2g burro di cacao
  • 1g burro di karitè
  • 1,5g olio ricino
  • 0,5g tocoferolo (vitamina E)
  • Una puntina (di cucchiaino) di miele d’acacia

 

Con questa quantità dovrebbe uscire uno stick solo o uno stick e mezzo se avete un tubetto più piccolino. Ecco come realizzarlo: in un bicchierino di vetro versare la cera, i burri, gli oli, il tocoferolo e il miele (davvero una puntina, non troppo!). Potete pesare gli ingredienti con una bilancina di precisione (tipo quella da gioiellieri), ne trovate a bizzeffe su e-bay a circa 10 euro l’una. Versato tutto potete riempire un pentolino con 2/3 dita d’acqua e mettere sul fuoco. Fate scaldare a bagnomaria fino a che il contenuto non si è sciolto tutto (in particolare ci vorrà del tempo per sciogliere la cera), mescolare per bene in modo da far amalgamare il miele e gli altri ingredienti (anche un mini frullino è ottimo, bollicine a parte). Nel frattempo preparate il tubetto vuoto (un labello pulito e riciclato o un tubetto apposito comprato su Aroma zone o simili). Versare il liquido caldo nel tubetto fino al bordo (in modo che non strabordi). Lasciare raffreddare per diverse ore, anche una notte, e provare ad aprire il tubetto con molta calma solo quando è completamente freddo.

Il vostro burrocacao fatto in casa è pronto!

Importante: per stick coi “buchini” sul fondo (come Labello), utilizzare il metodo della siringa intramuscolare (con la punta tagliata). Metterla in piedi, quasi tutta aperta, e versare il liquido caldo qui anziché nel tubetto. Lasciare raffreddare almeno 20 minuti e col pistone aiutarsi a fare uscire lo stick, facendolo entrare direttamente nel tubetto vuoto.

Ecco la ricetta base (per chi non ha molti ingredienti):

  • 1,5g cera d’api
  • 2g burro di cacao
  • 2g olio ricino*
  • Una puntina (di cucchiaino) di miele d’acacia
 * Non bisogna mai usare oli leggeri – come il jojoba – per il burrocacao (asciugherebbe troppo in fretta!). Meglio oli pesanti, come il ricino. Se proprio mancasse tutto, provare con olio di oliva e.v.

Dove reperire gli ingredienti cosmetici.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Pubblica o Stampa questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Google Buzz
  • Yahoo! Buzz
  • Upnews
  • email
  • Add to favorites
  • Print
  • PDF

19 Commenti a “La ricetta del Burrocacao fatto in casa”

Lascia un Commento

Ti piace questo sito?
Visita la nostra pagina Facebook e clicca Mi piace, oppure Condividi i nostri articoli!
Importante!

Limitazione di Responsabilità: Gli articoli di "Per stare bene" non vogliono assolutamente essere una critica tout court alle aziende produttrici che vengono citate o agli ingredienti utilizzate dalle stesse. Se le aziende utilizzano determinati ingredienti o fanno determinate scelte, non sta a noi giudicarle (considerato che si attengono alle direttive di legge). Ciò non toglie che la libertà di espressione ci consenta di riportare le nostre esperienze, articoli e libri che dissentono dalle direttive ufficiali e, quindi, il nostro parere che, lo sottolineiamo, è un parere personale. Sarà cura di ogni utente del sito, pertanto, verificare le fonti citate o cercarne a sua volta, al fine di non commettere errori sulla base degli altrui pensieri.

Contatore visite: