Get Adobe Flash player

Cosmetica FAI DA TE

Questa pagina vuole essere d’ausilio e completamento ai vari articoli contenenti ricette di cosmetica casalinga. Lo scopo è quello di evitare di lasciare informazioni in sospeso o, peggio, di ripetere sempre le stesse cose più e più volte. Intanto vediamo un po’ cosa significa “cosmetica fai da te, casalinga, home made o… spignatto”…. La maggior parte delle persone dà per scontato che creme, shampoo, detergenti, profumi, deodoranti, make up e altri cosmetici siano di sola pertinenza delle grandi aziende che li producono e dei punti vendita che li smerciano (dai supermercati alle profumerie, erboristerie, farmacie, ecc.), ebbene non è così. Creare cosmetici in casa è possibile: in certi casi è semplicissimo, in altri un po’ meno… infine ci sono delle preparazioni che richiedono una certa esperienza e determinate conoscenze; in ogni caso: creare cosmetici in casa, facendo attenzione agli ingredienti, affinché siano naturali ed efficaci, è certamente la soluzione più sana ed economica; i cosmetici fatti in casa, inoltre, hanno un’efficacia molto maggiore rispetto a certi prodotti anche costosissimi (ma schifosi dal punto di vista dell’INCI).

 

Lo scoglio più duro da superare: l’inizio


Iniziare a produrre in proprio i cosmetici può essere davvero difficile, inutile negarlo. Ma non tanto per la difficoltà delle preparazioni, quanto per l’acquisto delle materie prime. Per fare un esempio: produrre un burrocacao, se si conosce la giusta ricetta, può essere davvero una banalità, ma non se si parte da zero, in quanto anche per una cosa così semplice sono necessari determinati ingredienti quasi impossibili da trovare nei comuni negozi (burro di karitè, cera d’api, burro di cacao, oli, antiossidante). Però, nel momento in cui abbiamo le materie prime, bastano solo 10 minuti del nostro tempo e… il gioco è fatto! Ecco pronto un burrocacao preziosissimo, funzionale e, soprattutto, economico (0,30 € circa)! Quindi, ricapitolando, se si intende preservare la propria salute, avere prodotti più efficaci e naturali e se si intende risparmiare (pur con qualche sacrificio iniziale) le strade sono due:

Prodursi tutti (o quasi) i cosmetici in casa, a livello quasi professionale. In questo caso, sarà necessario fare una serie di ordini presso siti italiani e non, che vendono le materie prime che ci occorrono, principalmente: burri, oli, oli essenziali, cere, conservanti, antiossidanti, emulsionanti, gelificanti, sostanze funzionali, tensioattivi, contenitori vuoti, ecc., tutti materiali che non si trovano nei comuni negozi (ad eccezione degli oli più comuni come quelli di mandorle, jojoba, argan, lino e simili). Sarà un duro colpo per il portafogli, inutile negarlo, ma tenete in conto che tutto questo materiale durerà talmente tanto che ne varrà la pena! praticamente potrete arrivare a fare tutto in casa, senza dover più spendere una marea di soldi nei supermercati e nelle erboristerie (e senza contare la qualità dei prodotti fatti in proprio rispetto a quelli comprati). Per i neofiti non è mai semplice avere a che fare con queste sostanze semi sconosciute… ma pian piano si arriva a capire quanto basta per cominciare la propria produzione; inizialmente basterà seguire le ricette già pronte e collaudate, in seguito sarà possibile apportare delle personalizzazioni.

Utilizzare ricette estemporanee e alla portata di tutti. Se non si è disposti a creare preparati particolari, che richiedono come minimo un grosso ordine di materie prime e lo studio di ricette un po’ complesse, si può sempre far uso di composti da preparare al momento, comunque molto più sani e funzionali di certi prodotti in vendita. Queste ricette, di solito, richiedono solo poche sostanze particolari, come: la farina di ceci e/o il ghassoul (per lo shampoo), ecc., lo yogurt, gli oli, lo zucchero, la farina di cocco, l’argilla in polvere, ecc. Al bisogno basta mescolare gli ingredienti giusti, ed ecco delle soluzioni semplici ed ottimali! Logicamente non tutto si può creare in questa maniera, pertanto dovremo affiancare, a queste ricette, dei buoni prodotti eco-bio in vendita.

 

Informazioni utili per l’auto produzione: il primo acquisto

 

Ecco un elenco delle materie prime che di solito si comprano per iniziare ad auto produrre cosmetici:

 

  • Cera d’api gialla e/o bianca purificata, ecc.
  • Burro di karitè, burro di mango, ecc.
  • Olio di mandorle, lino, argan, jojoba, ricino, ecc. (più se ne hanno e meglio è)
  • Idrolati (di rose, ecc.)
  • Oli essenziali (tea tree, lavanda, menta, rosmarino, timo, ecc.)
  • Antiossidante (vitamina E o tocoferolo, ecc.)
  • Conservante (Cosgard o altri)
  • Acido lattico e cartine per misurare PH
  • Tensioattivi (per fare la schiuma nei detergenti, shampoo, ecc.)
  • Emulsionanti (per creare creme, ovvero emulsioni di parte acquosa e oleosa)
  • Addensanti/gelificanti (per creare gel o composti meno liquidi e più densi)
  • Attivi (sostanze funzionali come il pantenolo, l’acido ialuronico, ecc.)
  • Coloranti (polveri per colorare i nostri preparati)
  • Fragranze (per profumare i preparati)
  • Argilla, ossido di zinco, hennè, ecc.
  • Attrezzature (come bilancina, contenitori di vetro o plastica, spatoline, mixer, ecc.)
  • Contenitori vuoti per cosmetici (porta creme, porta shampoo, ecc.)

 

Ovviamente non è una lista completa, ma un elenco utile a chi sta iniziando. Ecco alcuni siti dove è possibile fare i primi acquisti:

 

 

Io personalmente ho fatto acquisti nei primi tre, per iniziare. Ecco, invece, una lista di prodotti utili da comprare ai supermercati e da tenere in casa:

 

  • Semi di lino (per fare il gel per capelli, soprattutto per i ricci)
  • Farina di ceci (per il lavaggio al posto dello shampoo)
  • Farina di cocco (per scrub leggeri)
  • zucchero di canna (per scrub più pesanti)
  • Olio di riso, Olys, olio di soia, ecc.
  • Amido di riso in polvere
  • Bicarbonato
  • Miele
  • Yogurt bianco intero
  • Aceto di mele
  • Aromi per dolci (a base d’olio)
  • Contenitori di plastica per spignattare
  • Siringhe usa e getta
  • ecc.

 

Considerate che queste informazioni sono tutto tranne che esaustive: sono utili essenzialmente a chiarire un po’ le idee a chi legge una ricetta per la prima volta! Per il resto, consigliamo di leggere i vari articoli e consigli che man mano pubblicheremo sul nostro sito e… cosa importante, nel caso decidiate di comprare materie prime, acquistate solo quelle che realmente vi occorrono e non tutte quelle presenti nella lista solo perché segnalate. L’ideale sarebbe studiarsi un po’ di ricette semplici e comprare le materie prime necessarie per realizzarle, senza sconfinare troppo altrove.

 

IMPORTANTE! Per chi non si accontenta e vuole saperne di più, ecco alcuni link fondamentali:

 

 

Ti piace questo sito?
Visita la nostra pagina Facebook e clicca Mi piace, oppure Condividi i nostri articoli!
Importante!

Limitazione di Responsabilità: Gli articoli di "Per stare bene" non vogliono assolutamente essere una critica tout court alle aziende produttrici che vengono citate o agli ingredienti utilizzate dalle stesse. Se le aziende utilizzano determinati ingredienti o fanno determinate scelte, non sta a noi giudicarle (considerato che si attengono alle direttive di legge). Ciò non toglie che la libertà di espressione ci consenta di riportare le nostre esperienze, articoli e libri che dissentono dalle direttive ufficiali e, quindi, il nostro parere che, lo sottolineiamo, è un parere personale. Sarà cura di ogni utente del sito, pertanto, verificare le fonti citate o cercarne a sua volta, al fine di non commettere errori sulla base degli altrui pensieri.

Contatore visite: