Get Adobe Flash player

Rimozione protetta delle Amalgame (contenenti Mercurio)… La mia Odissea.

otturazione amalgama

Nel 2011/2012, per la prima volta, sono stata letteralmente invasa da una serie di notizie allarmanti: la carne e i derivati animali fanno male, alcuni ingredienti dei prodotti cosmetici fanno male, le otturazioni chiamate “amalgame” (contenenti mercurio) fanno malissimo, bisogna toglierle a ogni costo, ecc. Mentre coi vaccini era la prima volta che il mio mondo subiva uno scossone e mi sono informata a lungo e su diversi canali (libri, convegni, siti, esperienze di conoscenti, finanche pareri di medici, ecc.), e mentre per gli ingredienti cosmetici è logico che un ingrediente naturale sia migliore di un derivato del petrolio o di un ingrediente sintetico, per quanto riguarda il resto, ho fatto semplicemente l’equazione: “dei miei conoscenti che non vaccinano sono anche vegani, quindi sarà giusto mangiare vegano!… Se tutti questi miei conoscenti antivaccinisti e/o vegani parlano male delle amalgame, saranno davvero pericolosissime!”; insomma: mi sono lasciata un po’ prendere la mano, senza verificare – sempre – in modo approfondito cosa stavo facendo (errore madornale). Ora, tralasciando l’aspetto dell’alimentazione vegana (magari ne parlerò in un altro articolo, in quanto per ora non ho sufficienti elementi per prendere una posizione), vorrei raccontarvi la mia “odissea” con la rimozione delle amalgame (ancora oggi, dopo anni, ne pago le conseguenze). Leggi il resto di questo articolo »

Come fare una pasta all’Ossido di Zinco in casa!

Ecco un utilissimo video realizzato da MammaCreativa per aiutarvi nella creazione di una pomata specifica per i sederini arrossati, fatta completamente in casa con ingredienti naturali (quindi senza paraffina, petrolati, PEG, conservanti, parabeni, ecc.). Il video contiene due ricette: la prima è più complessa ed efficace (e richiede l’acquisto di ingredienti su siti come AromaZone, DragonSpice, ecc. di cui inseriamo in basso i link), la seconda è più semplificata e forse potete cavarvela con qualche acquisto in farmacia, erboristeria e supermercato… Qualcuno sicuramente obietterà: “perché farsi la pomata da soli, in casa?”… intanto per la sicurezza di non mettere sulla pelle dei bambini gli ingredienti di sintesi di cui sopra (di cui i vari Fissan, ecc. sono pieni); in secondo luogo, perché questa pomata è 10 volte più efficace: basta una sola applicazione a lenire il rossore e se applicata con costanza impedisce che si formino eritemi da pannolino. Logicamente lo stesso rossore da pannolino andrebbe anche prevenuto curando l’alimentazione, somministrando eventualmente probiotici mirati e impedendo che la pupù rimanga troppo tempo a contatto con la pelle. Infine, nulla toglie che la pomata sia usata dagli adulti per la pelle arrossata in genere… Non lo consiglio però come crema post depilazione o su pelle acneica (lo dico per esperienza… per pelle grassa è un po’ comedogena).

Ecco dei link utili per l’acquisto degli ingredienti:

Ossido di zinco e bisabololo: http://www.aroma-zone.com/aroma/actifs.asp
Oli vegetali: http://www.aroma-zone.com/aroma/he_fra_vegetale.asp
Cera d’api: http://www.aroma-zone.com/aroma/cires_et_gommes.asp
Olio Caprylis (nel video lo chiamo Caprilico): http://www.aroma-zone.com/aroma/extraits.asp
Tocoferolo (vitamina E): http://www.aroma-zone.com/aroma/conservateurs.asp
Utensili: http://www.aroma-zone.com/aroma/accessoire_fra.asp

La bilancina l’ho comprata su E-bay a meno di 10,00 € (ci sono sempre diverse offerte in corso).
Importante: gli ingredienti usati da me sono stati comprati sia da AromaZone che da DragonSpice (per comodità vi consiglio il primo). Ringrazio Carlitadolce e Lola (l’angolo di Lola).

E adesso… che ne dite di scoprire qualcosa di più sul Diario fotografico di MammaCreativa? Se state aspettando, avete un bebè o volete fare un regalo indimenticabile… leggete qui:

IL DIARIO FOTOGRAFICO (DALLA GRAVIDANZA AL PRIMO ANNO)

“Un Bambino è quanto di più prezioso possa esistere al mondo. Sentirlo muoversi già nel pancione, semmai sussultando per il singhiozzo; sentire il suo cuoricino e immaginare il suo viso per mesi e mesi… Vederlo, per la prima volta, dopo ore di sofferenza e desiderio; guardare per pochi istanti il suo faccino sconosciuto, eppure così familiare. Tenerlo finalmente in braccio e sentirsi responsabile, assieme al suo Papà. Allattarlo, accudirlo, crescerlo, assaporare ogni attimo e vedere, giorno per giorno, i suoi cambiamenti, le cose nuove che impara a fare, le prime parole, i primi passi, i primi giochi… Tutto questo è davvero importante e scorre troppo velocemente; come genitori abbiamo il piacere (e il dovere) di non lasciar scappare nemmeno un singolo ricordo. Per questo motivo nasce il Diario Fotografico di Mamma Creativa, proprio per aiutarti ad annotare ogni evento significativo che riguarda la tua piccola, e per raggruppare le sue foto più belle, al fine di poter, un giorno, sfogliare con allegria e meraviglia le prime pagine della sua vita. Nessun Diario Fotografico è più completo di questo: potrai allegare perfino la foto del test di gravidanza, le ecografie, il tracciato, e ricordare le sensazioni, il travaglio e il parto, i preparativi e tutti gli eventi dalla nascita all’anno di vita, più una speciale sezione per le foto dal primo al secondo anno. Tutto corredato dai simpatici disegni di Mamma Creativa.”

Libro a colori con copertina cartonata e pagine in carta patinata 150g! Copie cellophanate singolarmente per preservarne l’integrità durante la spedizione.

Per saperne di più o acquistare il diario fotografico di Mamma Creativa (con uno sconto):
http://www.diario-fotografico.it/

Per acquistare sul sito dell’editore (con uno sconto):
http://www.andmybook.it/2011/09/11/il-diario-fotografico-della-mia-bambina/
http://www.andmybook.it/2011/09/11/il-diario-fotografico-del-mio-bambino/

Per acquistare su IBS:
http://www.ibs.it/code/9788865600252/mamma-creativa/diario-fotografico-della-mia.html
http://www.ibs.it/code/9788865600245/mamma-creativa/diario-fotografico-del-mio.html

Un documentario da vedere

Un documentario da vedere: “Un delicato equilibrio” per la salute propria e dei propri familiari, per la salute dell’ambiente… Bellissimo, apre la mente e spiega perché i cibi di origine animale alla lunga sono tossici per l’organismo (e per l’ambiente).

La ricetta del Burrocacao fatto in casa

Intanto mi scuso per la foto non ottimale… al momento dispongo solo di questa (con tubetto della “Labello” tra l’altro :-P). E ora torniamo all’articolo: finalmente pubblico la ricetta del mio burrocacao (cambiata nel corso dei mesi). Cos’ha di speciale? Intanto che la formulazione segue i consigli della mitica Lola (de L’angolo di Lola, il sito di riferimento delle spignattatrici) e, in secondo luogo, che non contiene paraffina e altre sostanze quanto meno scadenti (per non dire altro).

L’ho provato e lascia le labbra morbide per tutta la giornata (sicuramente andrà riapplicato se uscite col freddo e altre condizioni atmosferiche avverse). Il Tocoferolo (vitamina E) e il Miele fanno il più del lavoro di nutrimento e idratazione… ma anche gli altri ingredienti sono tutti utilissimi a proteggere e nutrire.

Ecco la ricetta:

  • 1,5g cera d’api
  • 2g burro di cacao
  • 1g burro di karitè
  • 1,5g olio ricino
  • 0,5g tocoferolo (vitamina E)
  • Una puntina (di cucchiaino) di miele d’acacia

 

Con questa quantità dovrebbe uscire uno stick solo o uno stick e mezzo se avete un tubetto più piccolino. Ecco come realizzarlo: in un bicchierino di vetro versare la cera, i burri, gli oli, il tocoferolo e il miele (davvero una puntina, non troppo!). Potete pesare gli ingredienti con una bilancina di precisione (tipo quella da gioiellieri), ne trovate a bizzeffe su e-bay a circa 10 euro l’una. Versato tutto potete riempire un pentolino con 2/3 dita d’acqua e mettere sul fuoco. Fate scaldare a bagnomaria fino a che il contenuto non si è sciolto tutto (in particolare ci vorrà del tempo per sciogliere la cera), mescolare per bene in modo da far amalgamare il miele e gli altri ingredienti (anche un mini frullino è ottimo, bollicine a parte). Nel frattempo preparate il tubetto vuoto (un labello pulito e riciclato o un tubetto apposito comprato su Aroma zone o simili). Versare il liquido caldo nel tubetto fino al bordo (in modo che non strabordi). Lasciare raffreddare per diverse ore, anche una notte, e provare ad aprire il tubetto con molta calma solo quando è completamente freddo.

Il vostro burrocacao fatto in casa è pronto!

Importante: per stick coi “buchini” sul fondo (come Labello), utilizzare il metodo della siringa intramuscolare (con la punta tagliata). Metterla in piedi, quasi tutta aperta, e versare il liquido caldo qui anziché nel tubetto. Lasciare raffreddare almeno 20 minuti e col pistone aiutarsi a fare uscire lo stick, facendolo entrare direttamente nel tubetto vuoto.

Ecco la ricetta base (per chi non ha molti ingredienti):

  • 1,5g cera d’api
  • 2g burro di cacao
  • 2g olio ricino*
  • Una puntina (di cucchiaino) di miele d’acacia
 * Non bisogna mai usare oli leggeri – come il jojoba – per il burrocacao (asciugherebbe troppo in fretta!). Meglio oli pesanti, come il ricino. Se proprio mancasse tutto, provare con olio di oliva e.v.

Dove reperire gli ingredienti cosmetici.

Ecco un bel regalo per futuri (e neo) genitori!

Regala o regalati il DIARIO FOTOGRAFICO PERSONALIZZABILE! per annotare ogni ricordo, inserire le foto più belle e anche ecografie, tracciato, ecc.

Un Bambino è quanto di più prezioso possa esistere al mondo. Sentirlo muoversi già nel pancione, semmai sussultando per il singhiozzo; sentire il suo cuoricino e immaginare il suo viso per mesi e mesi… Vederlo, per la prima volta, dopo ore di sofferenza e desiderio; guardare per pochi istanti il suo faccino sconosciuto, eppure così familiare. Tenerlo finalmente in braccio e sentirsi responsabile, assieme al suo Papà. Allattarlo, accudirlo, crescerlo, assaporare ogni attimo e vedere, giorno per giorno, i suoi cambiamenti, le cose nuove che impara a fare, le prime parole, i primi passi, i primi giochi… Tutto questo è davvero importante e scorre troppo velocemente; come genitori abbiamo il piacere (e il dovere) di non lasciar scappare nemmeno un singolo ricordo. Per questo motivo nasce il Diario Fotografico di Mamma Creativa, proprio per aiutarti ad annotare ogni evento significativo che riguarda la tua piccola, e per raggruppare le sue foto più belle, al fine di poter, un giorno, sfogliare con allegria e meraviglia le prime pagine della sua vita. Nessun Diario Fotografico è più completo di questo: potrai allegare perfino la foto del test di gravidanza, le ecografie, il tracciato, e ricordare le sensazioni, il travaglio e il parto, i preparativi e tutti gli eventi dalla nascita all’anno di vita, più una speciale sezione per le foto dal primo al secondo anno. Tutto corredato dai simpatici disegni di Mamma Creativa.

Libro a colori con copertina cartonata e pagine in carta patinata 150g! Copie cellophanate singolarmente per preservarne l’integrità durante la spedizione.

Per saperne di più o acquistare il diario fotografico di Mamma Creativa (con uno sconto):
http://www.diario-fotografico.it/

Per acquistare sul sito dell’editore (con uno sconto):
http://www.andmybook.it/2011/09/11/il-diario-fotografico-della-mia-bambina/
http://www.andmybook.it/2011/09/11/il-diario-fotografico-del-mio-bambino/

Per acquistare su IBS:
http://www.ibs.it/code/9788865600252/mamma-creativa/diario-fotografico-della-…
http://www.ibs.it/code/9788865600245/mamma-creativa/diario-fotografico-del-mi…

Prodotti Forever… costano tanto, non li trovi facilmente e…

Qualche tempo fa, sono venuta a conoscenza di alcuni prodotti: prodotti assolutamente naturali e di ottima qualità! (almeno così mi avevano detto, in primis la mia amica divenuta da poco rappresentante dell’azienda cosmetica Forever). Anche sul sito dell’azienda, nelle pagine dedicate a Aloe e Propoli o Aloe gel puro al 100%, si decantano le qualità e la naturalezza di questi costosissimi prodotti (oltre i 17,00/22,00 € a tubetto). Nessuno, logicamente, mette in discussione la bontà dell’aloe e della propoli… però mi domando come mai, un’azienda che si pone in modo così “naturale” e di qualità, vada poi a inserire certe sostanze non proprio ottimali, come Leggi il resto di questo articolo »

Labello: perché io lo evito…

Da che ricordi, il Labello è stato il primo burrocacao ad essere messo in commercio in Italia: prima, sempre secondo le mie “memorie”, non esistevano simili prodotti per la cura delle labbra, almeno nei supermercati. Sì che in Italia siamo sempre gli ultimi a scoprire l’acqua calda, però ciò non toglie l’importanza che questo prodotto ha avuto e continua ad avere per molte persone. Da un po’ di anni al Labello si sono affiancati parecchi prodotti simili, tanto per citarne uno, quello della Glysolid… ma tanto si trova anche in farmacia e nelle erboristerie. Detto questo, non so quante di voi condividono la mia impressione sul Labello e simili: a volte lo metti sulle labbra solo per il gusto di metterlo (altre volte per necessità) e ti ritrovi, dopo diversi minuti, con le labbra più secche di prima… senti quasi la necessità di rimetterlo di nuovo, e tutto diventa un circolo vizioso. Quando non lo metti affatto sembra perfino andare meglio… Già, perché? Leggi il resto di questo articolo »

Parliamo di Vichy, prodotti costosi ma…

Ecco come sono entrata a contatto con Vichy… Per problemi di forfora (dermatite seborroica) ho tentato questo trattamento: shampoo anti forfora della Vichy (confezione verde) e shampoo specifico per la dermatite seborroica (un vero e proprio trattamento farmacologico). Dopo due lavaggi la forfora è sparita: ero felicissima! Il trattamento è durato un mese e sembrava tenere, anche dopo, in un periodo in cui ho usato l’altro shampoo Vichy, quello blu lenitivo, specifico per le pause da trattamento anti forfora. Già qui la cosa mi puzzava però: se il trattamento funziona (eliminando i lieviti che causano la dermatite) perché dovrebbe essere ripetuto? Ok, speravo quanto meno di non doverlo ripetere di lì a breve ma dopo almeno 6 mesi o giù di lì! Si… Come no! Leggi il resto di questo articolo »

Un documentario che spiega bene la situazione sui cosmetici da supermercato e la loro tossicità

Vaccini e Autismo: un documentario interessante

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Ti piace questo sito?
Visita la nostra pagina Facebook e clicca Mi piace, oppure Condividi i nostri articoli!
Importante!

Limitazione di Responsabilità: Gli articoli di "Per stare bene" non vogliono assolutamente essere una critica tout court alle aziende produttrici che vengono citate o agli ingredienti utilizzate dalle stesse. Se le aziende utilizzano determinati ingredienti o fanno determinate scelte, non sta a noi giudicarle (considerato che si attengono alle direttive di legge). Ciò non toglie che la libertà di espressione ci consenta di riportare le nostre esperienze, articoli e libri che dissentono dalle direttive ufficiali e, quindi, il nostro parere che, lo sottolineiamo, è un parere personale. Sarà cura di ogni utente del sito, pertanto, verificare le fonti citate o cercarne a sua volta, al fine di non commettere errori sulla base degli altrui pensieri.

Contatore visite: